Scopriamo le Tre Terre Canavesane in bicicletta

Quattro percorsi per tutti i gusti, dal bikers allenato con percorsi che si inerpicano in collina con dislivello di 400mt, alla famiglia con bambini che prediligono un percorso pianeggiante su strade sterrate lontane dalle auto.

cartina bici 3 terre
Clicca per aprire il PDF

PERCORSO 1

PERCORSO 2

PERCORSO 3

PERCORSO 4

Percorso 1 – Il Tour delle Tre Terre Canavesane

Distanza Totale – 30 km circa
Dislivello – 100D+
Terreno: asfalto misto sterrato

Il giro parte e arriva dalla stazione di Castellamonte, dove si può lasciare la macchina in un ampio parcheggio. Il percorso alterna un primo tratto su strada sterrata prettamente pianeggiante con un secondo spesso su strada asfaltata che si snoda sulle colline attorno all’abitato di Vialfrè.

Si parte percorrendo e affiancando il Canale di Caluso, che arriva fino a San Giorgio Canavese lungo una bella strada sterrata poco trafficata. La prima parte del percorso, piacevole e adatto a tutti, gode di una posizione soleggiata in qualsiasi periodo dell’anno. Il dislivello minino è ideale per passeggiate in famiglia e da la possibilità di godere appieno del paesaggio, con una bella vista sulle montagne Canavesane.

Da Agliè la strada si addentra nel sottobosco, rendendo il percorso più fresco, fino a raggiungere le gallerie con le bocche settecentesche nei pressi di San Giorgio. Girando dietro al Castello si percorre la strada sterrata che attraversa la bella campagna di Agliè e Cuceglio. Dopo il laghetto della Gerbola si ritrova la strada asfaltata. Girando a sinistra si può tornare ad Agliè e ripercorrere la tratta iniziale, mentre girando a destra si imbocca la strada collinare che porta verso Vialfrè. Prima di arrivare al paese si svolta a sinistra e si raggiunge Regione Pianezze, zona adatta a piacevoli passeggiate ed escursioni con i più piccoli.  Da qui si percorre uno sterrato che attravero i boschi di castagni porta prima a Silva, poi alla frazione San Giovanni e infine al paesino di Torre Canavese, famoso per le vie decorate con quadri. Un’ultima parte su strada asfaltata ci riporta alla stazione di Castellamonte.

Percorso 2 – Castellamonte e le sue colline

Distanza Totale – 30 km circa
Dislivello – 400D+
Terreno: asfalto misto sterrato

Questo percorso che parte e arriva dalla piazza in centro a Castellamonte è composto da un prima parte pianeggiante che si sviluppa lungo il canale di Caluso per qualche chilometro fino ad affiancare la Fornace Pagliero, bellissimo esempio di architettura industriale datata 1814. Raggiunta la chiesa della frazione Spineto ci si inerpica sulla collina attraverso una bella strada asfaltata che con stretti tornanti sale velocemente fino a raggiungere l’abitato di Sant’Anna Boschi. Da qui ci si porta verso il cimitero da dove parte una bella strada sterrata in mezzo ai boschi in leggera salita fino sbucare sulla provinciale che sale verso Colleretto Castelnuovo. Si prende la strada asfaltata per poche centinaia di metri in discesa ma la sia abbandona presto con una svolta decisa a destra. Una ripida salita ci porta in un tratto di strada sterrata che sale tra i boschi fino a raggiungere i 700 mt slm poco sotto al Bric Filia. Da qui si raggiunge Campo Canavese attraverso la strada asfaltata ma arrivati all’abitato si svolta a sinistra e si torna a salire con un bel percorso a sali scendi nel bosco, fino a raggiungere la chiesetta di Sant’Antonio. In prossimità della chiesa si trova un’incrocio di ben 4 strade, si scende verso l’abitato di Muriaglio che si attraversa per poi raggiungere, lungo la provinciale prima Preparetto e infine Castellamonte.

Percorso 3 – Agliè e le sue campagne

Distanza Totale – 10 km circa
Dislivello – 50D+
Terreno: asfalto misto sterrato

Questo percorso che parte e arriva dalla piazza del castello di Agliè si snoda attraverso le sue campagne con un itinerario breve e molto interessante per la gran parte contraddistinto da leggeri falsi piani.

Percorso 4 – Da San Giorgio fino a San Giovanni Boschi

Distanza Totale – 50 km circa
Dislivello – 300D+
Terreno: asfalto

Il percorso numero 4 si presta soprattutto per ciclisti da strada ed ha uno sviluppo che si aggira sui 50 km con un primo tratto in collina ed una parte finale che si snoda in campagna creando una grosso anello attorno a San Giorgio Canavese. Ci si muove sempre su strada asfaltata ma sempre su strade poco trafficate ed adatte a gite anche in piccoli gruppi. Si parte dal Piazza Matteo Pescatore, nella quale si trova un ampio parcheggio e da qui ci si dirige verso Cuceglio su un a bella strada che costeggia le vigne di uva Erbaluce, tipiche di questa zona. Prima di entrare in paese, si volta a destra e si gira attorno al paese in una zona boscosa fino a trovarsi nei pressi del caratteristico abitato di Vialfrè, punta più alta del percorso. Da qua si scende in picchiata verso San Martino e poi, svoltato a sinistra al semaforo ci si dirige fino a Torre Canavese. Lasciato a destra il castello si gira a sinistra e si sfiora Bairo per poi dirigersi lungo un bel rettilineo in direzione di Agliè. Sempre in leggera discesa si attraversa il centro di Agliè, con i suoi caratteristici portici ed il grande castello Ducale, set della serie televisiva, Elisa di Rivombrosa, si percorre il bel viale alberato che ne cinge le cancellate del giardino e si continua in campagna fino a sfiorare l’abitato di San Giorgio Canavese. Per chi si sentisse esausto, si può agevolmente rientrare al punto di partenza oppure, svoltati a sinistra si continua su strette ma poco frequentate strade di campagna che raggiungono l’abitato di Lusigliè, la frazione Cortereggio di San Giorgio, si sfiora l’abitato di San Giusto Canavese e si rientra a San Giorgio.

Vialfrè
L'abitato di vialfrè


Volete restare in contatto con le Tre Terre Canavesane?

Scriveteci una mail a: info@treterrecanavesane.it e vi invieremo tutte le informazioni
X